Dettaglio

La Protonterapia: evidenze cliniche e suggestioni di ricerca

Le particelle cariche ad alta energia, come i protoni, rappresentano un'importante alternativa alle radiazioni che vengono utilizzate correntemente nella radioterapia oncologica. Le diverse proprietà fisiche degli ioni rispetto ai fotoni consentono di ridurre notevolmente l’irradiazione dei tessuti sani durante il trattamento. Ciò rende le applicazioni con protoni particolarmente adatte per la terapia dei tumori pediatrici, o per le neoplasie che si sono sviluppate in prossimità di organi altamente radiosensibili.

Sono attivi in questo momento oltre 50 centri nel mondo e tre in Italia, fra cui quello di Trento, l’unico ad avere due gantry rotanti, che permettono una focalizzazione ottimale del trattamento, consentendo l’erogazione dei fasci di protoni da angolature diverse. Nonostante gli eccellenti risultati clinici, rimane ancora aperto il dibattito sul rapporto costo/beneficio della protonterapia, sia per l’elevato costo di investimento e di manutenzione della facility con protoni, sia per la mancanza di trials clinici randomizzati.

In questo incontro verranno discussi i risultati clinici ottenuti fino ad ora al Centro di protonterapia di Trento e le prospettive di ricerca con il fascio di protoni, sia in ambito di ricerca pre-clinica che in settori non-oncologici, come le radiazioni nello spazio.

INFORMAZIONI

ECM
La partecipazione all’evento è gratuita, con iscrizione obbligatoria entro il 5 maggio 2016.
L’incontro sarà accreditato per per un massimo di 100 posti, assegnati secondo l’ordine di arrivo delle adesioni e per le seguenti professioni: Medico Chirurgo (tutte le discipline), Tecnico sanitario di radiologia medica, Fisico.
Obiettivo formativo n. 4: Appropriatezza prestazioni sanitarie nei LEA. Sistemi di valutazione, verifica e miglioramento dell'efficienza ed efficacia.
Crediti assegnati: 4.

SEDE
La giornata si terrà presso il Centro di Protonterapia in Via al Desert 14 - Trento.

creato da: FBK per la salute