Storia

Dal 1994 anche in Italia per poter svolgere l’attività di Medico di Medicina Generale per il SSN è necessario ottenere il Diploma di Formazione Specifica in Medicina Generale, come avviene negli altri paesi dell’Unione Europea. Dal 1992 (anno nel quale è iniziato un biennio sperimentale) numerosi medici di base della provincia di Trento collaborarono alla gestione didattica del corso,nella sua versione preesistente. Nell’agosto del 1999 il D.L. 368 istituisce e regolamenta il Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale, in ottemperanza alle normative europee in materia, riaffidandone l’attuazione alle Regioni e Provincie Autonome. Nella provincia di Trento, un accordo convenzionale traAssessorato alla Salute e Ordine dei Medici, stipulato nel 2000, attribuisce a quest’ultimo la totale gestione organizzativa e didattica del Corso.

La struttura organizzativa scaturita dall’accordo convenzionale del 2000 ha permesso di predisporre già da allora,sotto la abile direzione del dott.Fabrizio Valcanover, un apposito programma didattico e culturale che attingeva in misura predominante alle risorse della medicina generale provinciale. Negli anni successivi, confermato il dott.Valcanover alla direzione, e poi sotto la guida prima del dott.Pasquale Laurino ed infine del dott.Marco Clerici, tale programma si è evoluto confrontandosi con altre realtà formative nazionali ed estere.La Scuola ha assunto, infine, un ruolo di laboratorio e di interfaccia culturale fra Medicina Generale e Ospedale, fra Medicina generale ed Università,fra Medicina Generale e mondo della Ricerca.

Ogni triennio il programma formativo della Formazione specifica in Medicina Generale della Scuola viene approvato in Giunta provinciale


La didattica e l’insegnamento della Scuola si ispirano ai principi definiti dall’ Organizzazione europea dei medici di medicina generale per i quali la Medicina Generale è una disciplina accademica e scientifica con propri contenuti educativi, con una propria specificità nel campo della ricerca, della EBM e dell’attività clinica  orientata alle cure primarie.
Negli ultimi anni la Scuola ha accresciuto il suo impegno nel campo della formazione continua e della ricerca per la medicina generale tutta (in provincia di Trento ci sono attualmente 370 medici di famiglia e 140 medici di continuità assistenziale),tanto da inserire nel proprio Direttivo una figura specifica, il Responsabile della Formazione continua e della Ricerca, che è componente titolare, al pari del Direttore della Scuola e del Presidente dell'Ordine dei medici Chirurghi ed Odontoiatri di Trento nel Comitato di Coordinamento provinciale per la Scuola stessa, con sede presso l'Assessorato alla salute di Trento, in V.Gilli,4.

Anche attraverso la nascita e lo sviluppo di numerose collaborazioni con l’Azienda sanitaria unica, l’Università ed Enti di ricerca privati e pubblici, iniziate con Valcanover, proseguiti con Clerici, la Scuola si pone all'avanguardia del movimento generale della medicina di famiglia in Italia.

Lo specifico e per molti versi unico percorso della Formazione Specifica in Medicina Generale della provincia  di Trento è stato possibile per il particolare clima culturale e formativo che si è creato negli anni novanta, con iniziative specifiche formative orientate alla didattica, rivolte alla medicina generale dalle istituzioni pubbliche (Azienda Sanitaria - ex USL - e Provincia Autonoma) e per gli articolati percorsi culturali e professionali di molti medici di Medicina Generale della provincia sviluppatisi in ambito nazionale ed internazionale con esperienze nel campo della formazione e della didattica.

Il 31 dicembre 2015, il dott.Marco Clerici, che tanto aveva dato e fatto per la Scuola nell'ultimo ventennio, ha dovuto rassegnare le dimissioni a causa di una interpretazione non concorde della legge Madia,che vieta ai soggetti pensionati di continuare l'attività lavorativa nello stesso campo.

Dal 1 gennaio 2016 al 5 febbraio 2016 è stato nominato dall'Ordine, Direttore pro tempore, il dott.Nicola Paoli,già Vicedirettore scelto dal precedente Dott.Marco Clerici ed in quel momento legalmente in carica.Dal 5 febbraio è stato nominato, in sintonia con l'Assessore alla salute di Trento, Avv.Zeni, in seduta plenaria, dall'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Trento, il dott.Mauro Larcher, Direttore per il prossimo quinquennio.